Il gioco sano lo si trova in luoghi di incontro come l’a.s.d. Epomeo

Il presidente dell’a.s.d. Epomeo che partecipa a #iogiocodavvero racconta l’esperienza di sensibilizzazione con i ragazzi: «Abbiamo puntato tutto sullo sport che è un gioco sano e favorisce l’incontro e l’aggregazione»

In un territorio dove il gioco d’azzardo sta prendendo rapidamente piede anche fra i giovanissimi, #iogiocodavvero rappresenta un’ottima opportunità di sensibilizzazione. Ne è convinto Nicola, presidente dell’a.s.d. Epomeo, una delle Associazioni Sportive Dilettantistiche iscritte al bando di concorso #iogiocodavvero, reso possibile grazie ai fondi dell’8xmille della Chiesa Avventista; questa a.s.d educa al mondo del judo bambini, ragazzi e adulti a Bracciano, in provincia di Roma.

Nicola parla come presidente, ma nel suo cuore c’è anche la preoccupazione di un papà, nonché l’esperienza da ufficiale dei carabinieri: «La capillare diffusione dell’azzardo crea inevitabilmente legami con la criminalità organizzata. Per fortuna i giovani sono sensibili a temi importanti come questo, a patto che vengano loro spiegati. Il progetto #iogiocodavvero ci è piaciuto proprio per questo motivo. In particolare ci ha dato la possibilità di far capire sempre di più ai nostri ragazzi, e ai loro genitori, che lo sport è un gioco vero. Perciò anche il video per il concorso lo abbiamo concepito come un gioco. Tuttavia è fondamentale che sul territorio ci siano realtà come le a.s.d. che sono luoghi di aggregazione e di incontro. Proposte di divertimento sano che tengono i ragazzi lontano dalla strada, ma anche dai bar che ormai si sono lasciati invadere dall’azzardo. Grazie al vostro opuscolo siamo riusciti a far capire ai nostri giovani che anche un semplice Gratta&Vinci è azzardo. Perché dallo sfizio al vizio il passo è breve».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.