L’help line gratuito per chi è a rischio usura

Uno dei servizi di prevenzione e sostegno possibile grazie ai fondi dell’8xmille della Chiesa Avventista: l’help line di Fondazione Adventum che fa parte della campagna SOLO SE PUOI

Fondazione Adventum Onlus attraverso l’help line gratuito e gli sportelli di ascolto a Roma, Faenza e Parma porta avanti la sua opera di informazione, prevenzione, sensibilizzazione e sostegno per le persone indebitate e a rischio usura.

In particolare l’help line, ossia lo sportello di consulenza gratuita telefonica al numero verde 800.810.123 e online tramite modulo di contatto, ha costituito sempre di più negli anni uno strumento di informazione per fasce di utenza in grave disagio economico sull’esistenza di strumenti di soluzione e tutela per le problematiche in cui sono coinvolti. Stiamo parlando dei Fondi di prevenzione dell’usura, del Piano del Consumatore, della tutela da modalità aggressive e illegittime di recupero del credito, ecc. In particolare nel 2017 è aumentato il numero di richieste di informazione relative allo strumento del Piano del consumatore. Nei casi in cui si sia ritenuto utile l’accesso ai Fondi di prevenzione, le persone richiedenti sono state indirizzate ad associazioni sul territorio o all’Ambulatorio Antiusura Onlus di Roma.

Per questa fascia di interventi, è stato rilevato l’incremento dell’indebitamento medio rispetto a solo pochi anni fa: la media dell’indebitamento delle famiglie supera i 35.000 euro, laddove fino a 5/7 anni fa si attestava poco sotto i 20.000. Si tratta di una somma non sempre facilmente gestibile con i Fondi di prevenzione, poiché non sempre è possibile abbattere considerevolmente il monte debiti per renderlo compatibile con le somme erogabili attraverso i Fondi. Anche poco compatibile con la disciplina e l’attuale prassi applicativa del Piano del Consumatore, procedura che ha costi elevati poco convenienti per importi di tal fatta. L’aspettativa di molte delle persone che hanno contattato il servizio (oltre il 16%) era quella di avere contributi a fondo perduto: si trattava di casi che per la gravità della situazione economica familiare, l’assenza di fonti di reddito minimamente sufficienti a fronteggiare le esigenze incomprimibili, sono stati indirizzati ai Servizi sociali sul territorio. Per questa tipologia di utenza, lo Sportello ha rappresentato più che altro la possibilità di uno sfogo, anche perché spesso si trattava di persone che hanno avuto una vita “normale” salvo incappare negli ultimi anni in perdita da lavoro per licenziamento o crisi della propria azienda familiare e dunque spaesati rispetto ad una situazione per loro nuova da gestire (il ridimensionamento del tenore di vita, la richiesta di aiuto ai servizi sociali, ecc).

Nel 2017 l’help line di Fondazione Adventum Onlus ha gestito 253 contatti ed effettuato 20 incontri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *