A che gioco giochiamo – avanzamento progetto

Il progetto A che gioco giochiamo, finanziato dal Bando Gioco d’Azzardo Patologico (GAP) e contrasto all’usura grazie ai fondi dell’8xmille della Chiesa Avventista del Settimo Giorno è in corso d’opera.

Lino Farao, responsabile del progetto, ci aggiorna in merito al work in progress di questo importante progetto territoriale per sensibilizzare e prevenire il GAP, in collaborazione con ARCAT Abruzzo e diverse associazioni territoriali.

Fra le numerose e capillari iniziative di questi otto mesi di attività, rendicontiamo in particolare 3 macro aree di intervento:

  • Scuola. Gli esperti dell’ARCAT Abruzzo hanno tenuto incontri formativi in tre scuole superiori di Avezzano, somministrando oltre 300 questionari. Dai dati raccolti è emerso che il 15% degli studenti ha problemi legati al gioco d’azzardo
  • Incontri sul territorio. Sono stati organizzati numerosi incontri di sensibilizzazione rivolti alla cittadinanza in collaborazione con quattro Comuni che hanno coinvolto attivamente 150 persone.
  • Informazione e formazione. Si sono svolti incontri formativi presso i Centri di Accoglienza straordinari per migranti da cui è emerso che l’azzardo è fra i disagi più diffusi.

2 Comments on “A che gioco giochiamo – avanzamento progetto”

  1. Ho partecipato all’ultima conferenza fatta a Lettomanoppello purtroppo da giocatore delle tante soluzioni ce ne solo una toglierle e quindi vietarle,ci possono essere ricadute e non tutti parlano liberamente del vero problema.Se ogni piccolo comune fa la sua parte è una grande vittoria basti solo sensibilizzare questi gestori e farli pensare che fanno “soldi”con disgrazie altrui.Alessio Carestia

    1. Grazie Alessio per questo tuo commento e per la tua testimonianza. Purtroppo come dici tu il giocho d’azzardo è veramente la rovina della gente, si tratta di una vera e propria dipendenza che ha effetti devastanti sulla persona e sui propri familiari. Per questa ragione da alcuni anni la nostra chiesa è impegnata nella sensibilizzazione sul tema del gioco d’azzardo patologico e questo progetto, realizzato grazie al bando “Gioco d’Azzardo Patologico (GAP) e contrasto all’usura” finanziato dall’8×1000 della chiesa avventista, ha tra le sue finalità proprio quello di dare una risposta al problema a partire dall’informazione e sensibilizzazione delle persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.