Giovani scommettitori a rischio ludopatia

ludopatia e giovani

Il 7% dei teenager che scommette, è già a rischio ludopatia. Lo evidenzia lo studio Espad condotto dall’Istituto di Fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche per la Provincia di Bergamo.

Teenager giovanissimi e già scommettitori. A rischio di ludopatia. Lo studio Espad condotto dall’Istituto di Fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche (Ifc-Cnr), su mandato dell’Ats di Bergamo in collaborazione con il suo Osservatorio Dipendenze, fotografa per la prima volta il fenomeno nella provincia. Uno specchio per altri territori del Paese.

Il 33% degli studenti adolescenti bergamaschi ha ammesso di aver giocato d’azzardo nell’ultimo anno. Il 9% di quanti hanno giocato nell’ultimo anno sono a rischio e il 7% sono già problematici.

Numeri che, considerando tutti gli studenti giocatori (e non) tra i 15 e i 19 anni della provincia, si traducono nel 27,7% di non problematici e nel 2,9% di giocatori a rischio e 2,4% problematici. Più di mille. In particolare tra i maschi giocatori quelli a rischio/problematici sono addirittura il 21%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.